30.4.09

Keema aloo (curry d'agnello)


Image Hosted by ImageShack.us

Ciao a tutti !
Oggi una ricetta un po speciale, niente dolci per una volta.
Ma un mondo di sapori, un curry facilissimo da preparare e molto gustoso!
Questa ricetta, andra fino a Parigi!
Non so se avete sentire parlare del “salone del blog culinario?”
Bene, sono stata invitata a Parigi (à Soissons) per questa rassegna.
Siamo diversi golosi a essere stati invitati (per loro è una publicità)
e dovremo preparare una ricetta in 50 minuti, al massimo.

Potete vedere il sito qui.
Image Hosted by ImageShack.us
Il problema è il tempo, trovare una ricettina buona e possibilmente
interessante
, e essere sicuri di non fare una figuraccia e ratarla!
Timida come sono con gli sconosciuti, e con il mio francese...
ci sarà da ridere!!


Bene, tornando al salone, ho scelto 2 ricette: un cake alle prugne
secche,
delizioso (che ho già pubblicato qui),
...e questo: “keema aloo” un curry d’agnello.

Naturalmente tutti possono venire a vedere questo salone.
Per quest’anno le iscrizioni sono chiuse, ma l’anno prossimo,
potreste partecipare anche voi.

Anche se, ammetto, che è lunghetta la strada!
Ne aprofitterò per fare qualche “commissione” a Parigi,
che è una città che adoro.

Tornanodo alla ricetta, ve la consiglio.
Se vi piace il curry, quello fatto a mano, non i miscugli giallini già
fatti,
dovete provarla!

E davvero facile, poi l’ho resa ancora piu semplice...!

Keema Aloo (curry d'agnello)
Image Hosted by ImageShack.us


Image Hosted by ImageShack.us


Eccovi gli ingredienti:
per 4 p. :
1 cc = 1 cucchiaio da caffè

  • 1 cicchiaio di olio vegetale
  • 4 semi di cardamome
  • 1 stecca di cannella
  • 3 chiodi di garofano
  • 2 cipolle tritate
  • 380-400 gr di carne d’agnello, tagliata a dadini
  • 2 cc di garam masala (miscela di spezie)
  • 2 cc di peperoncino in polvere (io ho messo dei pezzettini di cayenna che avavo fatto seccare)
  • 2 spicchi d’aglio schiacciati (o crema d’aglio thaï)
  • 2 cc di zenzero fresco, gratuggiato
  • 2 cc di sale
  • 200 gr di patate (per me patate dolci)
  • 200 gr di pomodori a pezzetti (qui ho preso un po di salsa all’arrabbiata)
  • 1 dl d’acqua calda
  • Un mazzetto di coriandolo fresco, tritato grossolanamente

Fate scaldare l’olio in una teglia, mettete il cardamomo, la cannella,
i chiodi di garofano e lasciate cuocere qualche minuto.

Image Hosted by ImageShack.us

Unite le cipolle tritate e lasciate ancora 3 -4 minuti.
Unite poi l’agnello a cubetti, il garam masala, il peperoncino, lo zenzero e il sale.
Mescolate bene il tutto e lasciate cuocere 5 -7 minuti.

Image Hosted by ImageShack.us


A questo punto, unite le patate tagliate a cubetti (non troppo piccoli),
il pomodoro, e l’acqua calda. Coprite e lasciate ancora cuocere una decina di minuti.

Se volete, e li trovate, togliete la cannella e i chiodi di garofano.
Infine, quando carne e patate sono cotte, unite il coriandolo fresco tagliato .
Non dimenticate di assaggiare prima di servire!
Una cosa che, ogni tanto, dimentico anch’io.
Ed è proprio quella volta che si dimentica il sale, o si è fatto uno sbaglio!

Image Hosted by ImageShack.us

Variante:
potete usare del manzo, unire dei piselli freschi (buonissimi adesso),
dei giovani spinaci ...


Servire con riso e/o pane orientale.

Image Hosted by ImageShack.us

Ecco fatto.Come vedete è una ricetta facile. Bisogna solo seguire la cottura

Il garam masala è una mistura di spezie tipica della cucina indiana e pakistana:
il significato del nome è spezia calda, bollente, anche nel senso di piccante.

Viene preparato tostando, macinando e miscelando alcune spezie tra cui la cannella
, i semi di cumino, il coriandolo, i baccelli di cardamomo, i chiodi di garofano,
i grani di pepe nero e la curcuma, ma ne esistono molte varianti, sia tradizionali
che commerciali o casalinghe.

Quelle già pronte possono essere composte da ingredienti più o meno costosi,
ad esempio peperoncini, aglio, polvere di ginepro, sesamo, semi di mostarda,
finocchio e altri, molto spesso anche già tostati. Questo particolare, però,
non ne aiuta la conservazione, anzi, la preparazione siffatta può perdere il
suo aroma più rapidamente che quella domestica.

Le spezie intere, che si mantengono fresche più a lungo nel tempo,
possono venire macinate nel momento del bisogno con un mortaio o un
qualsiasi macinino,
anche elettrico.
(comunque oggi, ci sono dei garam masala molto buoni).

Image Hosted by ImageShack.us

Cosa ne dite? tenetemi i pugni....in novembre!

Image Hosted by ImageShack.us

Questa ricetta partecipa anche a : clic

Image Hosted by ImageShack.us



10 commenti:

GIANCHEF ha detto...

ma uoi nini vedrai che andrà tres bien!!con le tue ricette gli farai vedere tu ai cugini!!in bocca la lupo per la trasferta francese,fai tante foto e poi ci racconterai!!!ciao ciao

Mirtilla ha detto...

un post completissimo,tra info,ricetta e curiosita' ;)

Gunther ha detto...

è una ricetta che non conoscevo ma molto molto curiosa e interessante e ben speziata, me la segno perchè desidero farla, ciao e complimenti

blunotte ha detto...

innnanzitutto grazie , ma credo di poterti dire merci, per la visita ed il commento al mio blog, io un pochino per scelta preferisco non rispondere personalemente ad ogni commento, ma andare direttamente a trovare chi il commento lo ha lasciato.
Allora giunta qui per ringraziarti mi ritrovo in un mondo bello, speziato e un po' francese come piace a me, poi sentir parlare di Parigi mi riempe davvero il cuore.
Inoltre grazie per la stupenda ed interessante ricetta del curry.

stefi ha detto...

Ma questo piatto è invitante a palla!!!!!!
Bella ricetta davvero e bella anche questa iniziativa.
Ti faccio un grosso in bocca al lupo per la gara!!!!!!!

Onde99 ha detto...

Che grande soddisfazione che dev'essere essere stata chiamata a partecipare a questa golosissima manifestazione!!! Il curry che hai intenzione di proporre è da bavetta, io adoro il curry in generale e, ti do ragione, sarebbe meglio farselo in casa al momento, perché quello industriale, già miscelato, perde molto presto la sua fragranza.

nini ha detto...

Grazie a tutti/e voi, siete davvero carinissimi!
Non so perchè ci hanno fatto decidere cosi presto le ricette da presentare (il salone è in novembre),però vabbeh...speriamo vada bene!!
un baciotto a tutti!!
nini

Francesca ha detto...

Ciao Nini,
bellissima questa ricetta e ancora di più il fatto che vai a Parigi..io l'ultima volta ci stata per Capodanno..la adoro, come adoro la loro cucina anche se molti italiani non la adorano come me!
buon viaggio..

Romy ha detto...

Mamma mia che bella soddisfazione partecipare ad una manifestazione del genere! Vedrai, sarà proprio una splendida esperienza...e se presenterai piatti come questi li stenderai tutti! Un bellissimo post...belli anche i colori caldi, sullo sfondo nero del blog...sembra di sentire il profumo fino a qui! baci :-D

SABINA ha detto...

è strano questo mondo dei blog, giri giri giri e scopri mondi e profumi nuovi, poi vai per lasciare un salutino e vedi che molti altri bloggher che hanno scritto li conosci già.... è bello questo incontro circolare e sono contenta di essere capitata qui.
sto leggendo il tuo blog e le tue ricette mi piaciono molto.
a presto!